Nordic Walking Libertas Team Valle d'Aosta Nordic Walking Libertas Team Valle d'Aosta Nordic Walking Libertas Team Valle d'Aosta Nordic Walking Libertas Team Valle d'Aosta Nordic Walking Libertas Team Valle d'Aosta

L'ATTREZZATURA

Cosa serve per il Nordic Walking

Le scarpe

Sono lo strumento più importante, certamente la parte di tutto il necessario dove NON guardare il risparmio. La calzatura deve essere confortevole, ma non troppo morbida con una suola ad alta aderenza (forte grip). Una buona traspirabilità è assolutamente importantissima per non surriscaldare il piede e se impermeabili è molto meglio. Non importa di che marca siano, certamente però quelle prodotte con materiali tipo il Goretex (o con altri altri marchi registrati similari) sono le più adatte. Tenete presente che la scarpa deve permettervi un’ottima rullata del piede, lo deve proteggere e deve ammortizzare il vostro peso durante tutte le fasi del movimento.

I calzini

Assolutamente non meno importanti sono i calzini. In commercio si trovano innumerevoli modelli di ottima qualità costruiti assemblando diversi materiali che permettono una perfetta traspirazione del piede e prevengono la formazione delle vesciche. Ricordiamoci che la salute dei piedi è alla base di tutto ciò che prevede lo spostarsi con le nostre gambe.

I bastoncini

Da non confondersi con quelli da Trekking, che nei pressi dell’impugnatura sono dotati di un semplice lacciolo, i bastoncini da N.W. sono attrezzati con una specie di “guantino” (chiamato anche passamano, polsiera, lacciolo da N.W.)” da indossare; visto questo particolare, i bastoni da N.W. sono Destro e Sinistro. Possono essere fissi o telescopici e in entrambi i casi costruiti con diversi materiali. Alluminio, fibra di vetro, carbonio o altri materiali tecnici; ne deriva che potranno essere leggermente più “morbidi” o più rigidi e quindi restituire in modo diverso la spinta ed il peso corporeo che viene a loro applicato. Inoltre possono essere applicati ai puntali dei gommini da utilizzarsi su asfalto o superfici lisce.

Il portaborraccia

Strumento importantissimo per potersi idratare continuamente con grande comodità, si deve sempre bere affinché non sopraggiunga la sensazione di sete, altrimenti vorrebbe dire che il nostro organismo si trova in sofferenza.

Lo zainetto

Piccolo e leggero, meglio se più stretto del nostro busto. Il suo volume, 12,15,20 Litri al massimo. Sarà utilissimo per contenere lo stretto necessario (guanti, occhiali da sole, portafogli, chiavi dell’auto, maglietta di ricambio, giacca antipioggia ecc,) durante le lezioni itineranti o le uscite domenicali che vi impegnino più di un paio d’ore. All’occorrenza potrà contenere anche il classico panino o dei frutti, piuttosto che ciò che meglio credete per alimentarvi se la vostra uscita dovesse durare una intera giornata.

I guanti

Possono essere mezzi guanti (ossia senza le dita) o guanti sportivi normali, in entrambi i casi si utilizzano per non affaticate troppo la pelle delle mani durante lunghi e poderosi allenamenti. Molto più imbottiti e quindi caldi in inverno, per proteggersi dal freddo.

Il cardiofrequenzimetro

Se le vostre uscite sono ambiziose e già pensate a dei veri e propri “allenamenti” o se il vostro scopo è quello di dimagrire, questo è lo strumento che potrà determinare la giusta intensità della vostra camminata.

Il cappellino

Certamente leggero e con ampia visiera in piena estate previene colpi di sole e luce diretta negli occhi, magari più pesante o addirittura cappello di lana in pieno inverno per proteggervi fronte ed orecchie dal freddo.

Le fasce tergisudore

Utili quando ci si allena con il caldo, evitano che il sudore coli sugli occhi e il conseguente fastidio e rischio di irritazione agli occhi.

L'antipioggia

Giacca leggera antivento ma fondamentalmente IMPERMEABILE non deve mai mancare al vostro seguito. Oltre a proteggervi dalla pioggia, potrebbe tornarvi utile per isolarvi dall’umidità nel momento in cui doveste sedervi a terra in mezzo alla vegetazione. A questo questo scopo, tenete sempre un sacco nero di plastica (quelli della spazzatura per intenderci) in fondo allo zaino... Non pesa nulla e può tornare molto utile per sederci a terra o coprirci!

Considerazioni finali

Il vostro abbigliamento deve essere sempre commisurato alla stagione che state affrontando. Il Nordic Walking si può praticare d’estate e in inverno, sotto il sole o con la pioggia, purché si sia dotati di quanto necessario. D’estate con il caldo è importante coprire la testa con una bandana o un cappellino ed indossare gli occhiali da sole, anche di bassa gradazione, per proteggere gli occhi. Cosa non scontata, applicate della crema solare nelle prime uscite per non stressare inutilmente la pelle con scottature facilmente evitabili.
D’inverno è necessario dotarsi di guanti, berretto, scaldacollo e quantaltro vi possa servire. Non appena viene terminato l’allenamento è sempre importante asciugarsi immediatamente dal sudore e cambiare la maglietta bagnata con un capo asciutto, che avrete provvidenzialmente portato con voi nello zainetto. Inoltre al termine di un allenamento per quanto ci si possa sentire accaldati, è bene coprirsi per evitare gli sbalzi di temperatura. Ricordatevi comunque di vestirvi sempre a strati (a cipolla) facilmente asportabili, perché camminare innalza e non poco la temperatura corporea e quindi anche in pieno inverno, magari sotto lo zero, rischiereste di sudare troppo.